mercoledì 26 ottobre 2011

Lungo Reno e Zwiebelkuchen

Vi scrivo ancora con le lacrime agli occhi mentre la torta è ancora in forno.
No, non sono triste e non è nessuna torta di compleanno. Bensì una torta di cipolle, ecco perché piango. Penso di non aver pianto tanto neanche vedendo Saturno Contro, uno dei miei film preferiti.

Se leggendo il titolo avete detto: "Ecco la prima ricetta tedesca!", ci avete preso.
Come spiegarvi cos'è una Zwiebelkuchen? Oltre a dirvi che è una torta (-kuchen) di cipolle (zwiebel-)?
Beh, immaginate una giornata senza impegni in cui l'aria è frizzante ma non troppo fredda, se non per qualche folata leggera di vento che arriva all'improvviso.
Immaginate una passeggiata sulla strada alberata che costeggia il Reno, qui a Mainz. Mainz è una città davvero piena di verde ma il lungo fiume è un posto che in questo periodo fa davvero il suo effetto. E' un'esplosione di autunno, di foglie verdi che sfumano il proprio colore verso tonalità sempre più cupe, ma sempre più calde.
Giallo, marrone, rosso, poi verde, poi di nuovo giallo, sempre più scuro, ancora verde e poi oro e di nuovo rosso.
Immaginate piccoli chioschi in legno chiaro dove poter bere Federweisser. Il Federweisser è per i tedeschi, il vino bianco novello, che qui bevono molto prima rispetto che da noi, a partire dall'inizio di Ottobre. Prendete un bicchiere di questo vino opaco e torbido, dal colore giallo pallido, ha un sapore dolce e frizzantino e sembra molto più un succo d'uva che un vino ma sorseggiarlo è un vero piace. Come lo accompagnano qui, nella regione dei vini? Ovviamente con la Zwiebelkuchen.

Questa torta è stata una piacevolissima scoperta, il Federweisser ancora di più. Se mai avete intenzione di venire da queste parti per un weekend e comprate una bottiglia di Federweisser, attenzione a non inclinarla... non viene infatti tappata ma deve essere sempre a contatto con l'aria.
Anche se quindi qui sono un po' in ritardo con i tempi, casomai voi potete provarla con il nostro vino novello :) potrebbe rilevarsi una buona alternativa (o un accompagnamento) alle classiche castagne.

La ricetta è per lo più pescata dal web, non mi ricordo neanche io da quale sito o blog perché davvero ne ho visitati tantissimi per provare a studiarne la preparazione, le dosi e gli ingredienti. Così una volta che pensavo di aver trovato la ricetta perfetta ho chiesto alla signora dell'appartamento di fronte e l'ho ulteriormente modificata nelle dosi.
ZWIEBELKUCHEN

Ingredienti:
- per la pasta:
350 gr. di farina (meglio se farine miste)
200 ml. di latte
40 gr. burro
lievito di birra
zucchero
sale
- per il ripieno
500 gr. di cipolle
130 gr. di speck
3 uova (2 intere, 1 tuorlo)
150 ml. di panna acida (o quark)
250 gr. di gouda
sale
pepe
cumino

Preparazione:
Fate intiepidire il latte, fateci sciogliere poco meno di un cubetto di lievito di birra, il burro, aggiungete un pizzico di zucchero e un cucchiaino di sale. Versate il latte nella farina e impastate fino ad ottenere un composto liscio, fate riposare per circa mezz'ora in una ciotola coperta da un panno.
Tagliate le cipolle a fettine e preparatevi a piangere e a piangere ancora.
Fate rosolare lo speck a listarelle in una noce di burro e aggiungete le cipolle. Salate, pepate abbondantemente e aggiungete un cucchiaino di semi di cumino.
In una scodella sbattete le uova con la panna acida.
Stendete la pasta in una teglia ø 28cm, se necessario a più riprese ma non tirate troppo la pasta. Tenete i bordi alti e fate un primo strato con un po' di gouda grattuggiato, poi aggiungete le cipolle e poi il composto di uova e panna acida. Di nuovo un po' di cipolle e concludete con il formaggio ricoprendo interamente la torta. Pressate leggermente il ripieno e infornate nel forno già caldo a 180° per 30'.

Marco  

   


Con questa ricetta partecipiamo al contest: 
 http://www.mytasteforfood.com/2011/09/contest-di-cucina-internazionale-metti.html

8 commenti:

  1. Che bella tortina!
    non vedo l'ora di venire a trovarti :D
    With Love

    RispondiElimina
  2. Eccomi!!!! Scusate il ritardo ragazzi, ma questa giornata è volata e solo ora trovo il tempo per rispondervi e ringraziarvi per questa ricetta. Trovo l'aggiunta del cumino una buona idea, so che non tutti lo mettono, ma credo dipenda dai gusti a prescindere dalla ricetta originale. Grazie ancora e vado subito ad aggiornare la lista del contest! a presto, Valentina

    RispondiElimina
  3. @Valentina: Da quello che ho capito la ricetta della Zwiebelkuchen, sia l'impasto che il ripieno cambia molto da regione a regione (come tante ricette tipiche). La mia vicina mi ha raccomandato il cumino, quindi immagino che qui si usa! E in effetti da un tono più fresco che sta bene con le cipolle.

    RispondiElimina
  4. ciao Marco, complimenti per il post, l'ho letto molto volentieri.
    Io abito vicinissima alla Germania, ma non la conosco molto, nemmeno le usanze culinarie.
    Ho notato però che anche da noi si beve il vino novello dolce e frizzantino, lo chiamiamo mosto e lo beviamo con le caldarroste.
    Anche da noi si usa molto questa torta con speck e cipolle.
    Bravo Marco, credo che questa torta ti sia venuta benissimo.
    Ma a te piaccioni i sapori tedeschi???
    Notte
    sabina

    RispondiElimina
  5. ahhh! il reno! tempo fa, io e Chef Padre Pirofilo abbiamo percorso in macchina tutto il corso del reno da nord a sud...che viaggio meraviglioso, e quanto buon riesling!
    deve essere uno spettacolo di questa stagione...

    RispondiElimina
  6. mmmm... davvero niente male!!! :)

    RispondiElimina
  7. bella è bella, non c'è che dire... e poi serve a socializzare con la vicina ;) Bravo Marco!

    RispondiElimina

Facci sapere cosa ne pensi con un commento o lasciando un cucchiaio sotto la ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...