venerdì 21 ottobre 2011

Pastinache e così sia.

Avrò forse già detto che la prima volta che sono entrato, qui in Germania, in un supermercato sono rimasto estasiato da quanto potessero essere forniti e soprattutto di tutte le novità che in Italia non avevo mai trovato.
Tanti prodotti li vedevo e sentivo solamente in TV quando, mooolto spesso, passavo i pomeriggi incantato di fronte a Jamie Oliver che tagliava, impastava, mischiava fino a ungersi le mani e la camicia. La sua foga e la passione viscerale che metteva in tutti quei suoi gesti: sono state la miccia che ha innescato la mia passione per la cucina, la voglia di fare lo stesso.

Uno dei tanti prodotti è sicuramente la pastinache, un nome che mi ha sempre fatto sorridere.
Un tubero che non sapevo neanche che sapore avesse, probabilmente simile alla carota... non era neanche tanto bello a vedersi. Nel primo supermercato tedesco in cui sono entrato, nel banco delle verdure, il primo che appena entri trovi: ho trovato le pastinache!
Non potevo non sperimentare, la curiosità era troppo forte. Questa è la mia prima vera sperimentazione in terra tedescofona e mi sono ispirato ad una ricetta proprio di Jamie.
Qui il freddo inizia a farsi sentire e una zuppa era quello che ci voleva, poi un po' su tutti i blog è tempo di zuppe in questo periodo e io, non volevo essere da meno!

Mentre tutto sobbolliva sul mio fornello elettrico (altra novità), è partita una canzone dalla mia playlist.
Tu e così sia di Franco Simone. Sconosciuta ai più, dimenticata dagli altri forse.
Risale al lontano 1976, è una canzone proprio vecchia. Almeno per me che sono nato ben quattordici anni dopo.
La sento come un suono vecchio, per com'è la musica, la melodia, com'è cantata e soprattutto com'è registrata. Si sente che non c'è tanta tecnologia dietro.
La conosco perché me l'hanno dedicata, poco fa, ma sono quelle sensazioni inaspettate che senti non dimenticherai presto :)
Perché c'è quel testo, che solo in preda ad un raptus romantico puoi tuffartici dentro.
Ah, l'amore!
In questi ultimi giorni ogni tanto la sento perché si sente già un po' di nostalgia, o forse si sente soprattutto ora perché non mi sono ancora abituato. E vi dirò, fa anche un po' male.
Questa vecchia canzone mi fa da analgesico, un po' retrò ma mi ci lascio andare.
Ah, l'amore!
E così mentre il lento bollore della zuppa si faceva sentire e il profumo di zenzero fresco vagava per la cucina è partito il lento e sussurrato coro di questa canzone.
Pastinache... e così sia!


ZUPPA DI PASTINACHE E ZENZERO FRESCO

Ingredienti per 3-4 persone:
400gr di pastinache
1 carota
mezzo porro
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
zenzero fresco
olio evo
brodo vegetale (o di pollo)
sale
pepe
prezzemolo

Preparazione:
Tagliate grossolanamente la carota, la cipolla e il porro. Affettate le pastinache dopo averle pelate e finemente tritate l'aglio. Aggiungete il tutto in una pentola con due cucchiai di olio evo caldo. Fate cuocere con il coperchio, a fuoco basso per circa 10'.
Aggiungete poco meno di un litro di brodo caldo, salate leggermente. Aggiungete abbondante pepe macinato fresco.
Sbucciate un pezzo di zenzero fresco della grandezza di un pollice e affettatelo finemente.
Darà un sapore delizioso alla zuppa e un odore fresco a tutta la cucina! Ideale se siete stanchi della puzza di broccolo :D
Portate a ebollizione e fate proseguire a fuoco lento per circa 10'-15', sempre con il coperchio, finché tutte le verdure non saranno morbide.
Fruttate con un minipimer finché non prenderà una consistenza vellutata. Fate andare a fuoco lento ancora qualche minuto. Aggiungete direttamente nella ciotola qualche foglia di prezzemolo o coriandolo fresco.


Dato che molto probabilmente non troverete le pastinache con facilità, dopo averne assaggiato un pezzo in purezza posso dirvi che ha un sapore che è a metà tra una patata e una carota (della quale ha anche la consistenza), perciò potete replicare sostituendo in questa ricetta la carota con una patata grande e le pastinache con 300gr di carote. Fatemi sapere!

Marco

10 commenti:

  1. Ciao, scopro con piacere il vostro blog, davvero interessante. Vi invito a partecipare al mio nuovo contest. A presto!!!

    RispondiElimina
  2. Io invece me la ricordo la canzone di Franco Simone, nel '76 ero molto piccola ma c'ero già. Mi ispira proprio la tua zuppa di pastinache, chissà, magari cercando bene forse anche in Italia si riescono a trovare. Se sarò fortunata ti farò sapere... Baci

    RispondiElimina
  3. Ah, Donatella, fammi sapere che sono curioso! Forse in supermercato con un grande banco delle verdure!
    In ogni caso anche solo una semplice zuppa di carote con lo zenzero fa davvero la sua figura!! E' quel tocco in più che non t'aspetti!

    Grazie anche ad Aurore per l'invito, vedremo di fare del nostro meglio :)

    Marco

    RispondiElimina
  4. Carina la pastinache... Ma qui non l'ho mai vista :(

    RispondiElimina
  5. Ti amo Marco. Te l'ho mai detto? Bellissima la foto, la luce. E bello tu che sperimenti. Io la prossima settimana sono tutta la settimana da sola, vado al mercato di JAMIE e ti faccio un barattolo di sugo con qui pomodori gialli :) Hai mangiato la marmellata che ti ho dato? Stai bene?
    La mamma premurosa :)

    RispondiElimina
  6. La marmellata non ancora, perché ho comprato quella ai Kumquat per gli scones e la devo finire prima finire!

    Ho visto le foto del mercato, maledetta! Che ti facessero l'acido i pomodori! ahahah

    Salutami Jamie!

    RispondiElimina
  7. sai che invece io le ho viste varei volte, tempo fa, prima del blog, e nn le ho mai prese perché convinta fossero amare. Allora le proverò.. quando le trovo! Perché la cremina allo zenzero mi stuzzica proprio!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  8. Adoro i parsnips in ogni versione!!

    ottima questa zuppa con lo zenzero

    RispondiElimina
  9. Michele Quello Lì27 febbraio 2012 11:23

    Zuppa di carote e zenzero. Una delle mie preferite sempre fatta con le patate per dare consistnza. ho scoperto grazie a te la zuppa madre di quella che ho sempre fatto!

    RispondiElimina
  10. Oh, noi fans internazionali lo ricordiamo e stimiamo benissimo FRANCO SIMONE che quest'anno festeggia i 40 anni di carriera!
    Dal 2009 è anche ideatore e presentatore del programma culturale e musicale "Dizionario dei sentimenti" in Gold tv, all'estero visibile in SKY in Silver tv e on streaming sul computer in vari canali.
    Vedere in facebook: FRANCO SIMONE OFFICIAL

    Ecco due recenti video in cui a Rai uno canta dal vivo "Respiro" e "Tu... e così sia".

    http://www.youtube.com/watch?v=zJThktXpqRY

    http://www.youtube.com/watch?v=QwzTV3vWEXc

    Buona visione !

    RispondiElimina

Facci sapere cosa ne pensi con un commento o lasciando un cucchiaio sotto la ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...