martedì 5 giugno 2012

La vita (non) è un telefilm

Lo so, questo sembra il titolo di una puntata di un telefilm o qualcosa del genere.
Avevamo già parlato brevemente di telefilm e chi di voi ne segue almeno un paio, riuscirà a capire che questo è il periodo in cui tutte le serie si prendono una pausa per l'estate e ci lasciano qui in astinenza a soffrire col fiato sospeso fino a Settembre. Fatto sta però che questo è un periodo pieno di season finale e se sono in fase "vivo in un telefilm" avete capito il motivo.

Quello che è successo nelle puntate precedenti lo sapete, sono stato in Erasmus, etc. etc, ma non sono stato l'unico. Anche la maggior parte dei miei amici di Bologna sono partiti e quindi arriva anche per loro il tempo di tornare. Un po' alla volta, chi prima, chi dopo.
E tra questi ritorni ce n'è anche uno lampo. Per rimanere in tema, in un telefilm sarebbe stato anticipato nella scena finale della puntata precedente lasciato tutti col fiato sospeso per una settimana.
Ok, la smetto e spiego in fretta. Verry, la mia amica in Erasmus a Berlino (sì, all'inizio dovevo andare anche io a Berlino ma non mi hanno preso e questa è un'altra storia), è tornata per qualche giorno e non potevamo farci scappare una cena, tutti insieme. Tutti insieme, cioè, tutti quelli che ci sono.
Come una reunion a metà di una boy-band anni '90.

Mi sono messo ai fornelli sfidando l'afa e il terremoto e piano piano vi farò vedere tutto quello che ho cucinato. A dirla tutta per i miei amici italiani non ho mai cucinato tantissimo, non so perché, ma rispetto ai miei mesi in Germania ho organizzato molte meno cene di gruppo quindi devo recuperare.
L'aperitivo ci voleva, perché avevamo talmente tante cose da raccontarci che dovevamo parlare con la bocca semi-piena. Ovviamente gli autori hanno deciso che tutta la conversazione non andrà in onda anche perché ci siamo detti cose segretissime.
Ho pensato che un botta di carboidrati ci facesse benissimo e ne approfitto per salutare l'ex Dott. Dukan che sicuramente ci sta leggendo. La tua dieta fa malissimo ai reni.
Una cake salata con pomodorini, feta e pesto di rucola accompagnata da Lambrusco amabile che non c'entra niente, per un aperitivo che almeno due stelle Michelin se le merita. E' che noi col Lambrusco ci siamo affezionati.

E' molto facile e veloce da preparare e potete cambiare il ripieno come volete, quindi ora vi spiego gli ingredienti.
Noterete nelle foto una piccola novità. Guardate quel coltello, non è bellissimo? Lo riconoscete?
L'ultimo giorno prima che ripartissi da Mainz ho ricevuto una delle più belle sorprese della mia vita, oltre ad un gesto bellissimo, un set di coltelli stupendi, i miei sei gemellini Zwilling. Sono sempre stato un amante dei bei coltelli e li vorrei anche sapere come si deve: ci si prova piano piano. Trovare gli Zwilling in Italia non è facilissimo, solo in Germania li ho potuti toccare con mano ed è stato subito amore. Ora li tratto come dei gioielli e se li vedesse Chef Tony si metterebbe in un angolino a piangere per la vergogna.
E ovviamente loro anche dopo ormai tre mesi, rimangono sempre nel cuore. Come potrebbe essere altrimenti?






A proposito, qualcuno di voi sa se Rachel Berry ha trovato casa a New York?

CAKE SALATA AI POMODORI PACHINO, FETA E PESTO DI RUCOLA

Ingredienti:
180 gr di farina
2 uova grandi
100 ml di latte
100 ml di olio di semi
100 gr di feta
lievito
pomodorini pachino
50gr di rucola
sale
basilico
aglio

Preparazione:
Preparate in un mixer il pesto. Lavate la rucola, spezzettatela grossolanamente nel mixer, aggiungete circa 10 foglie di basilico, mezzo spicchio d'aglio, un pizzico di sale grosso e olio d'oliva. Frullate fino ad ottenere un composto piuttosto fluido. In una ciotola grande sbattete le uova con il latte e l'olio. Aggiungete il pesto. Unite la farina, un pizzico di sale e una bustina di lievito secco in polvere.
Aggiungete per ultimo la feta a pezzetti e i pomodori pachino tagliati in quattro. Vi consiglio di mettere i pomodorini tagliati in un piatto, aggiungere un pizzico di sale e far stare qualche minuto prima di aggiungerli. Perderanno acqua che potrete scolare per non rendere l'impasto troppo umido.
La ricetta è perfetta per uno stampo da plumcake. Foderatelo con la carta da forno e infornate a 180° per 35-40 minuti circa.

Marco







27 commenti:

  1. Bellissima ricetta, la proverò sicuramente!

    RispondiElimina
  2. Interessante e da provare, ma lo spoiler su Glee è gratuito o devo pagare qualcosa?

    RispondiElimina
  3. deve essere davvero speciale!

    RispondiElimina
  4. Ma che ricetta carina! Al posto della feta e della rucola che mi fanno scagare cosa consigli di mettere?

    RispondiElimina
  5. @intheworldsever: Lo spoiler è gratuito.

    @Fabry (e tutti quelli che vogliono variare): potete sostituire tutta la storia del pesto di rucola con una zucchina piccola grattugiata (testato!), ma a quel punto aggiungete un uovo. La feta potete sostituire con emmental, provola, scamorza (la consiglio), gouda, sconsiglio la mozzarella tira fuori troppa acqua.

    RispondiElimina
  6. Grazie, sono settimane che vorrei provare un plumcake salato (Sono serio), e credo proprio userò la tua ricetta.

    Detto questo, Rachel Berry è morta.

    RispondiElimina
  7. No, spoiler su Glee noooooooooooo.... Sono ancora all'episodio 17... XD

    Ottimo plumcake, ideale per una reunion anni 90 (dai, sono le migliori....).
    Ingredienti gustosi, giusti per dargli un buon sapore deciso (adatto a un buon lambrusco..?! SI'!!!) E che foto!!! :)

    Buona serata,
    Giada.

    http://sorbettoalimone.blogspot.it/

    RispondiElimina
  8. Così spesso faccio i cake dolci ma di salati ancora mai uno. Questo è davvero saporito e con dentro tutto il gusto dell'estate. Adoro la feta. Buona serata ^_^

    RispondiElimina
  9. dev'essere veramente ottimo! molto molto sfizioso! Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  10. Ahhhh no la dieta Dukan ho sentito pareri assolutamente negativi.... Mi piace questo cake è goloso e saporito, i cakè salati sono i miei preferiti!
    p.s. Mi spiace della tua esperienza negativa al campo parrocchiale, da noi per fortuna funzionano bene :-) Un bacione

    RispondiElimina
  11. Princess Teodora6 giugno 2012 00:46

    Non c'erano TUTTI i tuoi amici :'( le due lusofone si attardano...

    RispondiElimina
  12. La tua amica Verry penso che sia tornata in Italia solo per mangiare questa splendida cake salata!:)

    RispondiElimina
  13. ciao Marco, leggo sempre molto volentieri i tuoi post, mi fai sempre ricordare le cene con gli amici di londra, anche io cucinavo per loro perchè mi davano soddisfazione.
    Appena ho visto questo pane pensavo fosse quello di Donna Hay che avevo fatto anche io con zucca, feta, rosmarino e cipolle.
    La tua versione estiva con questi ingredienti è perfetta per questa stagione.
    Ti è venuto benissimo e anche le foto sono stupende.
    Non conosco questa marca di coltelli, non me ne intendo molto, comunque sono anni che vorrei comperarmi una bella serie di coltelli come si deve.
    un bacione e buona giornata
    sabina

    RispondiElimina
  14. Deve essere buonissima, dentro ci sono tutti ingredienti che adoro!! Poi con quel colirino verde mi ispira proprio!!

    RispondiElimina
  15. adoro i cake salati, sono astemia ma essendo parmigiana non posso che tifare lambrusco, anche io ho la passione dei coltelli, insomma, a parte che non so dove abiterà rachel berry direi che siamo sulla stessa linea d'onda!

    RispondiElimina
  16. Da grandissima amante di telefilm non posso non apprezzare questo post.

    Ricetta sicuramente ottima a parte, ti devo chiedere un "favore"...non è che potresti passare dal mio blog? ci sarebbe una sorta di "premio"...
    E no, giuro che non è un modo subdolo per ottenere più visite! Mi hanno detto che si fa così!
    Grazie.

    Alice
    http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

    RispondiElimina
  17. mi avete fatto venire in mente che è da troppo tempo che non ne faccio uno...slurp!!!!!

    RispondiElimina
  18. Sembra una cosa perfettissima per l'estate e che soprattutto mi fa venir voglia di tornare in Grecia. Ovviamente per strafogarmi di feta, mica per il mare.

    RispondiElimina
  19. Fidati, il lambro c'entra un po' dappertutto. Te lo dico da toscana, che il Chianti non lo sopporta!

    RispondiElimina
  20. questo cake è davvero pazzesco... complimentiiiiiiiiii!

    RispondiElimina
  21. Mhm strepitoso questo cake!! Io ho sempre voluto farlo ma poi desisto sempre.. Chissà poi perché. Ma viste le foto devo assolutamente provare... Cena di riunione o no :) aha
    Baci

    RispondiElimina
  22. Hey Marco???
    Hai visto i tuoi muffins (che ho provato due settimane fa) sul mio blog??? =)
    Grazie ancora per la SPLENDIDA ricetta, e passa a trovarci, se vuoi!

    Martino

    RispondiElimina
  23. Buonissima! :D
    Vi ho scoperto grazie ad Alice di Operazione fritto misto... e chi vi lascia più! E' un piacere leggervi e leggere le vostre ricette, bravi e simpatici :) Mi sono unita ai vostri lettori fissi, se vi va passate da me! :)

    RispondiElimina
  24. Un cake salato deliziosissimo e con un ripieno molto gustoso!! Da provare sicuramente...Un bacione e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  25. sembra ottimo da provare sicuramente lili

    RispondiElimina

Facci sapere cosa ne pensi con un commento o lasciando un cucchiaio sotto la ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...