lunedì 25 febbraio 2013

Leccatevi i baffi, non le matite

Ci siamo informati prima di scrivere questo post se il silenzio a causa delle elezioni si fosse esteso anche ai blog, ma pare di no.
Attenzione però, non siamo mica venuti qui per parlare di politica. Non ci mettiamo mica a fare comizi, a riempire le piazze urlando e sbraitando.
Vi ricordate che anche noi volevamo candidarci con il partito unacucinaperchiama ma poi non ci hanno accettato, evidentemente un complotto. Non sappiamo bene.
Avete sentito già parlare dei nuovi trend di queste elezioni politiche 2013? Primo tra tutti: fotografare le schede con la X sul simbolo del partito e poi pubblicare tutto su Facebook.
Che furboni amici, che furboni! Poi verremo a portarvi le tortine in galera.
Ce ne un altro ancora più geniale. Siccome ormai l'Italia è un proliferare di complotti da parte dei media corrotti e di parte, per verificare che la matita sia a norma e sia indelebile, è stato consigliato da un certo partito, che un partito non è e che caccerà tutti ma di cui non faremo il nome, a leccare la matita come prova del nove.
Ve li immaginate voi tutti che leccano le matite nella cabina elettorale? Domani tutti con l'influenza o con la mononucleosi insomma.
Certo che ormai in politica sta diventando una questione di lecchinaggio: quelli di Grillo leccano le matite, quelle del PdL, per entrare in Parlamento, leccano non si può dire cosa...
Noi al massimo avremmo leccato il cucchiaio con cui impastiamo le torte.

La politica però in questi giorni è un tasto davvero delicato da toccare e noi non vogliamo farci dei nemici che i nemici sono dietro l'angolo come i drammi.
Dietro l'angolo è anche la neve a Marzo. Lo so che siamo ancora a Febbraio, ma fatto sta che una bella spruzzata di neve ha ricoperto tutto il nord Italia qualche giorno fa. Venerdì mattina infatti ho lasciato una Bologna tutta bianca, come neanche io quando arrivano le bollette dell'Enel a casa.
Cavolo ragazzi, stiamo parlando della neve. Argomenti talmente impegnati non se la sentono di trattarli neanche a DomenicaIn. C'è un motivo per tutto questo però.
La botta di freddo che ho preso a Bologna, prima di tornare in Abruzzo per le elezioni, mi ha ispirato una ricetta davvero eccezionale, e sì, me lo dico da solo.
Vi consiglio di rifarla subito, è davvero semplicissima e l'ho fatta con cinque ingredienti in croce. Visto che ultimamente gente indiscreta non fa altro che lamentarsi che le nostre ricette siano troppo 'complicate'. Oltretutto sono anche contento della foto, per una volta, che mi sembra esaltare la presentazione del piatto. Spero che Tiziana ci stia leggendo e impari qualcosa.

Ah già, Masterchef è finito e ha vinto Tiziana. Devo aggiungere qualcosa? Io non me la sento.
Davvero, solo confrontando la presentazione dei piatti di Maurizio e quelli dell'avvocato mi fanno gridare al complotto. Sto per chiamare il TAR del Lazio per un ricorso come si deve.
Spero solo che Maurizio faccia tanto successo, diventiamo amici del cuore e facciamo un libro insieme o vado a lavare i piatti nel suo ristorante.

Il piatto di oggi, ripeto, si prepara in un attimo, è caldo e confortante ed ha pochissimi ingredienti. Non dovrete stare a cercare in tutti gli ipermercati della provincia per cercare il topinambur che vi manca. L'unica cosa vi servono degli scampi belli freschi. Le dosi sono per due persone che non vogliono rimanere con la voglia di questa vellutata.


VELLUTATA DI CAVOLFIORE CON SCAMPI E PEPERONE SECCO

Ingredienti:
1 cavolfiore 
6 scampi
peperone secco dolce (o crusco)
pepe bianco
rosmarino
aglio

Preparazione:
Lavate e tagliate il cavolfiore. Fate rosolare uno spicchio d'aglio con olio d'oliva e aggiungete il cavolfiore a pezzi, facendo cuocere a fuoco basso. Condite con sale e pepe bianco. In pentolino con l'acqua, preparate un fumetto con le teste degli scampi e aggiungetelo mano a mano al cavolo. Aggiungete qualche ago di rosmarino. Io ho aggiunto anche mezza patata a cubetti per rendere la vellutata più viscosa. Fate cuocere il cavolo finché non sarà molto morbido. Frullare con un minipimer senza lasciare grumi e potete aggiungere un goccio di latte per dare un colore più bianco alla vellutata.
In una piccola padella fate scaldare l'olio e aggiungete il peperone secco a pezzetti, o se non lo avete della paprika dolce, fate scottare appena le code degli scampi finché non prenderanno il colore rosso del peperone, ma senza farli stracuocere. Impiattate versando la vellutata, adagiateci sopra le code degli scampi, qualche pezzetto di peperone e un filo dell'olio rosso in cui avete cotto gli scampi. Io non ho abbondato con il sale in modo che ogni ingrediente abbia il suo sapore in purezza.



Marco

14 commenti:

  1. Mi astengo su qualsiasi discorso politico che è meglio. Io mi sono rotta, davvero, di tutti. Tanto qualunque sederino arrivi al trono, d'incanto pensa solo alle sue chiappe e non a quelle del suo paese. Basta.. sono satura di quei teatranti, uno peggio dell'altro.. e se devo vedere il meno peggio, ahimè, non lo trovo. Non stavolta. Ma questa vellutata è qualcosa invece di sublime, caro!!! Complimenti, mette il sorriso in tanto grigiore e tanta neve :D Un abbraccione!

    RispondiElimina
  2. Buona la vellutata, bianca come la neve... Per il resto, nessun commento politico, spero solo che si possa cambiare un po'. Ne abbiamo bisogno! Buon lunedì!

    RispondiElimina
  3. sulla politica mi astengo ma su Masterchef no!!!! Ma perché ce l'avete tutti con la povera Tiziana? A dirla tutta non è un mostro di simpatia ma è sicuramente molto brava e trovo che Maurizio sia geniale ma spesso abbia cannato e si sia giocato dei vantaggi in maniera totalmente inutile e stupida, quindi non ci andrei a lavare i piatti nel suo ristorante... rischi che chiuda perché si dimentica il sale. La vellutata, splendida...

    RispondiElimina
  4. Ciao Marco! Quando vedo i peperoni cruschi mi vengono gli occhi a cuoricino... li adoro (e li ho anche in dispensa :D)!!! Grande piatto, eccellente abbinamento di sapori e consistenze... altro che Tiziana, tsè ;) (sta antipatica anche a me) Proverò ;) Complimenti complimentoni e un abbraccio, secondo me il ristorante dovete aprirlo tu e Chiara :)

    RispondiElimina
  5. Lasciamo stare la politica, l'Italia si deve svegliare ed il tempo è ancora lontano..forse di calci nel sedere ne dobbiamo prendere ancora tanti..
    Masterchef?..beh, a me Tiziana piace molto, decisamente più di Maurizio, soprattutto non amo molto il cibo salato..e con tutto quel sudore...ah!ah!ah!..
    Questo piatto è da urlo, fantastico abbinamento e i peperoni secchi mi incuriosiscono un sacco perché non li ho mai assaggiati..
    Bravi! Roberta

    RispondiElimina
  6. In questi giorni ho poco per cui sorridere, oltre alla politica e ai risultati di Masterchef: invidio la tua ironia e la tua capacità di sdrammatizzare su tutto.
    La tua proposta di zuppa mi piace molto, purtroppo non digerisco il cavolfiore, quindi andrò alla ricerca di costosissimi e introvabili topinambur o pastinache!

    RispondiElimina
  7. No dai non parliamo di politica ma parliamo di cucina, questa vellutata è paradisiaca, questa va bene sia a destra che al centro e a sinistra, in cucina tutto si aggiusta! Un bacione e benritrovati!

    RispondiElimina
  8. Davvero invitante la tua vellutata!!! E' molto carino il tuo blog: mi sono iscritta! Se ti va passa a trovarmi anche tu. A presto!

    RispondiElimina
  9. Ciao io sono Anna di Fooduel.com. Questo è un sito dove le ricette valutano gli utenti 1-10.
    Si tratta di una classifica delle migliori ricette e un profilo con il loro feedback per le ricette. Ogni ricetta ha un link al blog che fa la ricetta. In questo modo, potrete ottenere il traffico al tuo blog.

    È facile, veloce e divertente. Le migliori foto di ricette sono qui.

    Vi invito a partecipare, è sufficiente aggiungere il tuo blog e postare una ricetta con una bella immagine.

    Vorremmo participases con ricette come questa. Look Amazing!

    saluto

    RispondiElimina
  10. C'è un premio per te sul mio blog!
    Passa a ritirarlo!

    http://nonmicibodamore.blogspot.com/2013/03/versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  11. ciao Marco, eccomi riapparsa dalle tenebre, ho passato un periodo di crisi totale, mi ero completamente chiusa in me stessa e non riuscivo a passare da nessuno nonostante abbia continuato a postare ricette vecchie.
    Tu come stai??? Mi sembra di capire che sei sparito anche tu dopo queste votazioni......colpa anche queste del mio stato d'animo.....comunque....
    Ho iniziato ieri a vedere masterchef su cielo e ora so già chi vincerà hahaha figo vero????
    La tua vellutata mi fa una voglia pazzesca perchè adoro i cavolfiori ma purtroppo non posso mangiarli perchè ne sono intollerante.
    Un abbraccio
    con affetto
    Sabina

    RispondiElimina
  12. ciaooooo!
    felicissima di aver scovato questo tuo bel blog..
    da oggi mi troverai tra i tuoi followers..
    ti ho assegnato un premio..passa a ritirarlo!! :)
    ciaooooo

    http://paolainthekitchen.blogspot.com/2013/03/premio-versatile-blogger.html

    RispondiElimina
  13. ciao cara, piacere io mi chiamo Vanna,e sono felice di essere passata da te! trovo il tuo blog molto interessante e quindi mi sono unita, se ti va di venire da me mi fa molto piacere, a presto! http://ledeliziedivanna.blogspot.it/

    RispondiElimina
  14. Ma che meraviglia di presentazione!! Semplice ma davvero accattivante!! :)

    RispondiElimina

Facci sapere cosa ne pensi con un commento o lasciando un cucchiaio sotto la ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...