venerdì 7 febbraio 2014

Una cucina per Tè - numero due

Chi l'avrebbe mai detto che tanta costanza mi avrebbe portato al secondo numero di questa rubrica?
Visto la prima ricetta è stata davvero tanto apprezzata, non potevo non darmi da fare e non proporvi la nuova ricetta.

Cosa è successo nel frattempo: ci siamo scofanati tutta la torta mandorle e caffè, sono andato a correre per provare a smaltirla, ho ricordato ai più distratti che sono uno, forse dei pochi, foodblogger maschi, mi avete fatto un sacco di complimenti, vi voglio ancora più bene ma cosa più importante dobbiamo presentarvi una nuova collaborazione del blog che calza a pennello con quello che stiamo per presentarvi.
Ma non dimentichiamo che sono sotto esame! In balia di manuali di letteratura postcoloniale, delle avventure indiane di Kipling che dovrebbero farmi sentire tutta l'atmosfera dei bazar, il profumo degli incensi e del curry... ma si sa a me il curry fa venire il bruciore di stomaco e così questo esame: buono la prima volta ma dopo ti viene la gastrite.
Sarà che tutta 'sta storia dell'India e del curry mi fa pensare a Rachida (che poi è marocchina) e a questa edizione di Masterchef che mamma mia, livello bassissimo e interessante come una versione di Cicerone il sabato mattina alla prima ora.
Torniamo al punto, il nostro tè e la nostra nuova collaborazione. Kusmi Tea Paris ci ha fatto provare alcuni tè e per oggi, per questa ricetta ho scelto 'Anastasia': un fantastico tè nero con bergamotto, limone, lime e fiori d'arancio. Quando si apre la bellissima scatola di latta che contiene le foglie di tè, si sente sprigionare tutto il profumo degli agrumi e del tè, altro che i miei saggi di critica...
Sapevate che il tè nero con bergamotto, l'Earl Grey ha questo nome proprio dal conte Grey, ministro del Regno Unito, che ricevette in regalo, dalle sue colonie, delle foglie di tè nero aromatizzate con l'olio di bergamotto? Più coloniale di così! Devo dirlo alla prof...

Cosa abbiniamo a questo tè così profumato e agrumato?
Un dolce soffice e profumato, ricoperto da una glassa leggera e cremosa tutto unito da un tocco di arancia che viene voglia di mangiare un'altra fetta e preparare un'altra tazza di tè.
Vi presento la carrot cake, quella vera, quella americana che ora va tanto nelle bakery, glassata di cheese frosting... anche se, in corso d'opera, ho apportato una piccola modifica alla ricetta originale (ho preso spunto da BperBiscotto) ho sostituito alle noci, la farina di mandorle. Anche se secondo me il tocco crunchy delle noci ci vuole, quindi una manciata tritata grossolanamente l'aggiungerei.

Marco



CARROT CAKE

Ingredienti:
150gr di farina
2 uova
180gr di zucchero di canna
150ml di olio di semi
250gr di carote grattugiate finemente
70gr di farina di mandole
20gr di noci sminuzzate (facoltativo)
cannella
noce moscata
arancia
lievito

- per il frosting:
120gr di zucchero a velo
200gr di mascarpone
60gr di burro morbido
100ml di panna
arancia

Preparazione:
In una ciotola, o nella planetaria, montate le uova con lo zucchero. Aggiungete l'olio e la buccia grattugiata di un'arancia. Grattate le carote finemente o tritatele in un mixer. Unitele al composto di uova e zucchero senza strizzarle. Se preferite aggiungete anche le noci. Aggiungete la farina mescolata con la farina di mandorle poco alla volta, aggiungete un cucchiaino di cannella in polvere, mezzo cucchiaino di noce moscata e una bustina di lievito. Versate il composto in uno stampo medio (25x12) da plumcake imburrato o foderato di carta forno e cuocere in forno caldo a 180° per circa 45'. Prima di sfornare verificate con uno stecchino che il centro sia ben cotto. Potete anche usare uno stampo a ciambella, oppure per una torta raddoppiare le dosi dell'impasto.
Preparate il frosting mescolando con le fruste il burro morbido e lo zucchero a velo. Quando il composto sarà montato, aggiungete delicatamente il mascaropone, il succo filtrato e la scorza di mezza arancia. Se preferite alleggerire, potete usare il formaggio spalmabile al posto del mascarpone. Continuando a montare con le fruste aggiungete in più riprese la panna. Fate montare a velocità massima finché la panna non sarà montata e aggiungetene ancora un po', ripetete questa operazione più volte, finché non avrete incorporato tutta la panna. Potete anche montare tutta la panna a parte a neve ben ferma e poi aggiungerla delicatamente alla crema al formaggio. Fate riposare in frigo almeno un'ora. Una volta che la carrot cake si sia raffreddata, glassate la torta.
Preparate il tè come indicato sulla confezione: un cucchiaino di tè per tazza, portate l'acqua alla temperatura di 85-90° e mettete in infusione per massimo 4'.



10 commenti:

  1. Oddio la splendida visione di questa torta di carote (come, come non amarlas!!?) rischiara il mio uggioso pomeriggio <3 Il profumo del the è arrivato fino a qui, che bella confezione, e chissà che profumo!YO!Buon week end ragazzi ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo bene, il tè è davvero profumatissimo!

      Elimina
  2. Adoro la carrot cake ma ahimè, la faccio raramente. La tua è una golosa bontà assolutamente da provare...con un buon tè poi, è sicuramente deliziosa!! Un abbraccio, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire la verità anche io la faccio molto raramente pur amandola! :) Grazie mille

      Elimina
  3. Senti...e dopo esserti mangiato questa, per smaltirla cos'hai fatto ?? Ahahah ! Semplicemente deliziosa :) Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ma le hai disegnate tu quelle carotine???? troppo carine.....a parte tutto, sono mancata tantissimo e non soltanto da questo blog, mi sono persa un sacco di novità, di torte, di collaborazioni. Rimani comunque il mio foodblogger maschio preferito, parlo di te perchè sei tu che stai portando avanti questo blog da solo o sbaglio.....forse Chiara sta dietro le quinte???
    Ho visto delle torte favolose e ti faccio i complimenti, direi che il Kusmi è azzeccatissimo. Sai che collaboro anche io con questo tè da un anno circa ormai, la mia collaborazione è partita da parigi perchè ancora a Milano non avevano aperto il negozio. E' davvero un te al di sopra della media, un signor tè.....ti posso chiamare socio allora!!!....hahaha!!!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì Sabi, le ho disegnato io :) non sono riuscito a trovare quelle di zucchero :)
      Ho letto di tutti i tuoi impegni e con tutti i fan che hai è normale che tu abbia poco tempo :) sì Chiara in questo periodo non riesce a star dietro al blog :) ma soprattutto su FB ogni tanto si fa viva. Che bello essere diventati soci, non vedo l'ora poter diventare 'soci' davanti ad una tazza di tè e fare tante belle chiacchiere :)
      ci fa sempre piacere quando passi :)
      Un abbraccio

      Elimina
  5. Son corsa subito qui quando ho letto il tuo commento da me.. Ammazzache buona questa versione.. frosting compreso..Mi piace.. la prossima volta proverò questa versione americana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento ti piaccia :) sì, provala perché ne vale la pena :)

      Elimina

Facci sapere cosa ne pensi con un commento o lasciando un cucchiaio sotto la ricetta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...